Guardie Ambientali d'Italia ONLUS sezione VCO
Intervento per benessere animale

Intervento per benessere animale

Nei giorni scorsi le Guardie Zoofile, Fabrizio Piatti, Osvaldo Spadazzi, Lo russo Gianluca e due volontarie del GADIT, dopo varie segnalazioni riguardanti cani in mancata custodia, costatavamo che in una azienda agricola ossolana erano presenti quattro cani non custoditi.

In presenza dei titolari dell'azienda, veniva effettuato il controllo dei microchip.

Alla richiesta della documentazione dei cani ( libretti per la verifica dei vari microchip), veniva riferito di non sapere dove fossero. Nel proseguimento del controllo sul benessere animale, riscontravano alla esterno dell'azienda agricola dei bovini in una situazione non a norma secondo le leggi.

Gli animali pascolavano in un terreno fangoso pieno di escrementi e impraticabile contro la loro natura.

Dopo aver chiesto delucidazioni e motivazioni del degrado in cui versavano gli animali, ottenevano una risposta non soddisfacente e "seccata".

Visto la mancata collaborazione veniva contattata l'Asl di Domodossola, che interveniva con il veterinario, il quale constatava la nostra testimonianza e condivideva la soluzione da noi proposta: lo spostamento dei bovini ( mucche da latte sensibili) su un terreno più asciutto adatto a loro.

I proprietari confermavano che entro due giorni avrebbe provveduto allo spostamento concordato con le guardie e con il veterinario presente. Durante il congedo si faceva presente che gli agenti ( PG ) avrebbero effettuato un ulteriore controllo a breve sul benessere dei poveri animali.

Una settimana dopo le guardie zoofile Piatti Fabrizio, Spadazzi Osvoldo, e due volontarie, visto il peggioramento delle condizioni meteorologiche ( pioggia e neve), tornavano, per verificare il miglioramento della detenzione degli animali.

Nelle vicinanze dell'azienda, vagavano senza custodia due dei quattro cani meticcio, la situazione presentatasi agli occhi degli agenti all'interno era tutt'altro che migliorata.

I bovini senza riparo, infreddoliti, tremanti in evidente stato di disagio, sotto la pioggia e la neve, sostavano nel fango fuori dalla stalla.

Disattendendo gli accordi non miglioravano in nessun modo le condizioni dei poveri animali. Concludendo che le segnalazioni risultavano veritiere e protrattesi per troppo tempo. Informiamo che la stessa segnalazione è stata inviata anche a prefettura, questura, carabinieri, ASL di competenza e al sindaco del comune in questione.

Tutto documentato con fotografie e video in nostro possesso.
Guardie Zoofile interventi e nuovi corsi

Guardie Zoofile interventi e nuovi corsi

Proseguono le attività delle Guardie Ambientali d'Italia, nel mese di ottobre partirà il nuovo corso. Mentre nelle settimane scorse un intervento sulle alture del Vergante, ha messo in sicurezza alcuni cani sfuggiti o mal governati dai rispettivi proprietari.

La guardia zoofila, nell'ordinamento italiano, è un cittadino che, in seno ad un'associazione animalista o ambientalista, dopo la frequentazione di un corso e il superamento di un esame, viene nominato dal prefetto, guardia giurata (anche se tale attribuzione è utilizzata convenzionalmente poiché sono due figure che svolgono totalmente attività differenti) per lo svolgimento di servizi di tutela degli animali e dell'ambiente.

Dall'ordinamento italiano la guardia zoofila è qualificata come pubblico ufficiale e gli viene attribuita, nell'ambito specifico della tutela svolta, la funzione di polizia giudiziaria, ossia l'attività di prevenzione e repressione dei reati.

Post correlati
03/08/2015 - Altre due nuove Guardie Zoofile
03/07/2015 - Due nuove Guardie Zoofile
Nuovo corso per Guardia Zoofila

Nuovo corso per Guardia Zoofila

Nel prossimo mese di ottobre partirà il nuovo corso delle Guardie Ambientali d'Italia.

Il nuovo corso permetterà di certificarsi come Guardia Zoofila.
Altre due nuove Guardie Zoofile

Altre due nuove Guardie Zoofile

Hanno giurato nei giorni scorsi due nuove Guardie Zoofile, affiliate all'Associazione Guardie Ambientali d'Italia sezione Vco.

Presso la Prefettura di Verbania, hanno prestato giuramento Guizzardi Fabio e Levrangi Massimo, che affiancheranno nei servizi di vigilanza, in particolare sul benessere animale, i colleghi già in attività su tutto il territorio del Vco.
Due nuove Guardie Zoofile

Due nuove Guardie Zoofile

Hanno giurato nei giorni scorsi due nuove Guardie Zoofile.

Presso la Prefettura di Verbania, hanno prestato giuramento Tiziana Romagnoli e Monica Sartorisio, che affiancheranno nei servizi di vigilanza sul territorio di tutto il Vco i colleghi già in attività.

Prossimamente altre due future guardie presteranno giuramento.
Corso per Guardie Ambientali Zoofile

Corso per Guardie Ambientali Zoofile

Le Guardie Ambientali d'Italia (GADIT) sezione Vco, aprono la campagna iscrizioni 2014/2015.

Nei prossimi mesi partirà il corso per nuove Guardie Ambientali Zoofile, per informazioni e iscrizioni tutti i mercoledì sera, ore 21.00, in sede a Gravellona Toce Via Ermes Camona,8 oppure chiamare il Presidente Fabrizio Piatti Tel. 334 / 1923292, il vice Presidente Osvaldo Spadazzi 338 / 2392487
4 Volontari Decretati

4 Volontari Decretati

Sono : Fabrizio Piatti,Osvaldo Spadazzi,Gianluca Lorusso e Alessandro Valentini. Prossimamente presterà giuramento un quinto volontario Torsello Fabio.

Soddisfatto il presidente Piatti.

Discarica abusiva ripulita dalle “Guardie Ambientali d’Italia”

I volontari hanno raccolto una ventina di sacchi tra bottiglie di vetro e lattine.

I volontari delle “Guardie Ambientali d’Italia” si sono dati appuntamento per domenica 30 Marzo nella periferia di Gravellona Toce, vicino alla riva del fiume Toce, dove si trovava una discarica abusiva di notevole dimensioni.
Infatti i volontari coordinati dal presidente Fabrizio Piatti e dal vice Osvaldo Spadazzi hanno raccolto una ventina di sacchi tra bottiglie di vetro e lattine ma anche materiale ingombrante come gomme di automobili, bombole di gas, sedie e materiale edilizio.
Grazie anche al comune di Gravellona che ha messo a disposizione dei volontari un furgone , sacchi e guanti per agevolare il recupero dei rifiuti.
Purtroppo l’inciviltà e la poca coscienza ecologica di tanti, fa si che queste situazioni siano molto comuni.
L’evento organizzato dalle Guardie Ambientali non può risolvere il problema ,può però avere il duplice obbiettivo di tutelare il territorio ed educare ad una maggior attenzione da parte di noi tutti.

Post correlati
02/10/2015 - Guardie Zoofile interventi e nuovi corsi
Stretta Collaborazione con Guardiaparco

Stretta Collaborazione con Guardiaparco

Dopo l'incontro di Giovedi' 27/03/2014 è stato raggiunto l'accordo di collaborazione tra Guardie Ambientali e Guardiaparco dell'ente, Parco Ticino e Lago maggiore.

ffbbbbImmagine 2 Immagine 3 Immagine 4 Immagine 5 Immagine 6 Immagine 7
Da oggi saranno sempre più frequenti i controlli effettuati dai Guardiaparco e dalle Guardie Ambientali D'Italia nella Riserva naturale del Toce ai fini di salvaguardare animali e ambiente.Con l'aiuto di volontari sarà fatta anche opera di pulizia (raccolta plastica - vetro ecc.)
Scoperte Nuove Discariche Abusive

Scoperte Nuove Discariche Abusive

I volontari delle Guardie Ambientali di Gravellona Toce sezione V.C.O. hanno scoperto nuove discariche abusive sul territorio.

Sono state scoperte nuove discariche abusive a nord di Gravellona Toce ai confini con Ornavasso.

Le zone prese di mira sono : Località Frana a Pedemonte -Il Campone-La Passèra.
Si trovano rifiuti di tutti i tipi dai materiali ingombranti e sacchi immondizia, copertoni bidoni perfino un sedile di un auto.

"Purtroppo notiamo che sono in continuo aumento" dice il presidente delle Guardie Ambientali Fabrizio Piatti "ma noi continueremo a vigilare sul territorio, segnalando alle autorità competenti ogni irregolarità".
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti